Pubblica amministrazione

Raccolta Differenziata dei Rifiuti Urbani ed Assimilati e Servizi Complementari di Igiene Urbana per i comuni dI ARSITA – BISENTI – CASTIGLIONE MESSER RAIMONDO

Soggetto aggiudicatore: CONSORZIO COMPRENSORIALE PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI “AREA PIOMBA FINO”
Oggetto: Raccolta Differenziata dei Rifiuti Urbani ed Assimilati e Servizi Complementari di Igiene Urbana per i comuni dI ARSITA – BISENTI – CASTIGLIONE MESSER RAIMONDO
Tipologia di gara: Procedura Aperta
Criterio di valutazione: Offerta economicamente più vantaggiosa
Modalità di espletamento della gara: Telematica
Importo complessivo a base d'asta: € 2.686.476,00
Importo, al netto di oneri di sicurezza da interferenze e iva, soggetto a ribasso: € 1.887.600,00
Oneri Sicurezza (Iva esclusa): € 18.876,00
CIG: 8454241460
CUP: G29D20000460004
Stato: Aggiudicata
Centro di costo: CONSORZIO COMPRENSORIALE PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI URBANI “AREA PIOMBA-FINO”
Aggiudicatario : AM CONSORZIO SOCIALE
Data aggiudicazione: 22 aprile 2021 0:00:00
Importo di aggiudicazione comprensivo degli oneri: € 2.667.600,00
Data pubblicazione: 14 ottobre 2020 12:00:00
Termine ultimo per la presentazione di quesiti: 09 novembre 2020 12:00:00
Data scadenza: 14 novembre 2020 12:00:00
Documentazione gara:
Documentazione amministrativa richiesta:
  • DGUE
  • Domanda di partecipazione
  • PASSOE
  • Cauzione provvisoria
  • Eventuali documenti integrativi
Per richiedere informazioni: Ufficio Area Servizi tecnici- tel. 085/8797612

Si precisa che ai soli fini ed ai sensi dell’art. 35, comma 4 del D.Lgs. 50/2016, l’importo complessivo massimo stimato dell’appalto posto a base di gara, è pari a Euro 2.686.476,00.

L'importo a base di gara soggetto a ribasso è pari ad € 1.887.600,00, esclusi i costi della sicurezza da rischi di natura interferenziale pari a Euro 18.876,00 come risulta dall’allegato D.U.V.R.I. (Documento Unico di Valutazione dei Rischi per le Interferenze) per il periodo di durata contrattuale pari a sei anni.

Quanto ad Euro 780.000,00 (oltre IVA) per costi di trattamento/recupero/smaltimento rifiuti sono compresi nel valore complessivo a base d'asta  e non sono soggetti a ribasso.

 

 

Pubblicazioni ai sensi dell'art. 29 D.lgs. 50/2016

Nome Data pubblicazione Categoria
Delibera Commissariale di aggiudicazione definitiva 22/04/2021 10:53 Atti di aggiudicazione
verbali n.1 22/04/2021 10:49 Verbali
verbali n.2 22/04/2021 10:50 Verbali
verbali n.3 22/04/2021 10:50 Verbali
verbali n.4 22/04/2021 10:51 Verbali
verbali n.5 22/04/2021 10:51 Verbali
verbali n.6 22/04/2021 10:51 Verbali
verbali n.7 22/04/2021 10:51 Verbali

Elenco chiarimenti

Chiarimento n. 1

Domanda:

FAQ 1 - Trattasi di mero refuso l’imposizione di cui all’art. 2.1, lettera e), del Disciplinare di Gara, relativa all’impegno da parte dei partecipanti all’applicazione del  C.C.N.L. FISE Assoambiente o Federambiente?

FAQ 2 - Trattasi di mero refuso l’importo relativo al costo annuale del personale dipendente che la Stazione Appaltante ha posto a base di Gara?

Risposta:

RISPOSTA 1 - Nell’esposizione del contenuto di cui al punto e), sottopragrafo 2.1, paragrafo 2, capitolo C, del Disciplinare di Gara, la dicitura “FISE Assoambiente o Federambiente” deve intendersi mero refuso, perciò nella relativa dichiarazione i partecipanti dovranno dichiarare il C.C.N.L. a cui i partecipanti intendono far riferimento, fermo restando la dichiarazione di aver formulato l’offerta tenendo conto di tutti gli oneri ed obblighi derivanti da tale impegno. (Tale refuso trae origine da quanto disposto dall'Art. 25 del Capitolato Speciale d'Appalto che impone ai partecipanti a farsi interamente carico, durante tutta la durata del contratto, di n. 2 dipendenti del Consorzio tutt’ora addetti al servizio di igiene urbana ed ai quali è applicato il C.C.N.L. FISE Assoambiente o Federambiente).

RISPOSTA 2 - Il calcolo economico quantificato al punto a.2 dell’allegato H al Disciplinare Tecnico, è una ipotesi sviluppata per quantificare la base di gara che non intende vincolare i partecipanti, i quali devono giustificare l’offerta dimostrando che, pur in presenza di ipotesi diversa, la qualità del servizio viene mantenuta o migliorata. In particolare, si precisa che il riferimento al costo annuo del personale addetto, stimato dalla Stazione Appaltante in € 228.000, è stato ritenuto congruo da quest’ultima in virtù del rilevamento dei costi del personale applicati in zona per servizi analoghi a quello oggetto della presente gara.

Chiarimento n. 2

Domanda:

L’importo da garantire è pari ad € 1.887.600,00 (oltre IVA), oppure quello considerato come “importo complessivo massimo” alla pag. 2 del disciplinare di gara, pari a € 2.686.476,00? Chi è il il beneficiario ed eventualmente la causale da inserire nella stessa?

 2. L’importo soggetto a ribasso percentuale da inserire nell’offerta economica è quello indicato alla pag. 2 del disciplinare è pari a: € 1.887.600,00 (oltre IVA)? Ed il canone complessivo da inserire nell’offerta comprende anche: - Importo dei costi della sicurezza pari ad € 18.876,00 - Importo relativo ai costi di trattamento/recupero/smaltimento pari ad € 780.000,00. Grazie, cordiali saluti

Risposta:

1.1 - La cauzione provvisoria garantisce l’importo di € 1.887.600,00. Il beneficiario è la Stazione Appaltante, ovvero il Consorzio Comprensoriale per lo Smaltimento dei Rifiuti Urbani “Area Piomba-Fino”.

1.2 - Si conferma che l’importo soggetto a ribasso è pari a € 1.887.600,00; gli importi relativi agli oneri di sicurezza ed ai costi di smaltimento, rispettivamente pari a € 18.876,00 e € 780.000,00, non sono soggetti a ribasso e vanno aggiunti all'importo soggetto a base d'asta.

Chiarimento n. 3

Domanda:

In riferimento al subappalto, si chiede se la richiesta di fornire la terna di subappaltatori di cui alla pag. 6 dell’istanza di ammissione - Allegato 2 sia un refuso e se, pertanto, sia sufficiente l'indicazione delle prestazioni da subappaltare con la relativa quota, nei limiti di legge.

Risposta:

I partecipanti devono dichiarare la sola percentuale massima oggetto di sub appalto.

Chiarimento n. 4

Domanda:

È possibile da parte dei partecipanti in possesso della categoria 1C sottocategoria D1, D2, D3, D4, D5 e D6 ma sprovvisti della sottocategoria D7, subappaltare quest’ultima  sottocategoria?

Risposta:

Per quanto disposto al punto 5), capitolo B, Sezione III, del Disciplinare di Gara: le imprese in possesso dei requisiti generali di cui alla sezione III, lettera B), che risultino carenti dei requisiti richiesti al punto 3), capacità economica e finanziaria, e al punto 4), capacità tecniche e professionali, di detto capitolo B, Sezione III, del Disciplinare di Gara, possono partecipare alla gara utilizzando l’istituto dell’avvalimento, ai sensi dall’art. 89, del D.lgs. 50/2016.